vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEO Tribu add to Del.Icio.Us. Digg this fav this with Technorati segnala su ZicZac

ARANCIO

ARANCIO

Da dove viene: I portoghesi importarono i primi alberi dalla Cina dal 1400 ; quello dai frutti amari fu importato invece dall’India .
Cosa significa: In Oriente venivano usati per celebrare sacrifici agli dei nel primo giorno dell’anno e simboleggiavano prosperità e abbondanza. Le tradizioni saracene attribuiscono a questi fiori valore di fecondità. Nei paesi di religione cattolica, infine, sono simbolo di purezza e generosità e, se associati alla Madonna, diventano l’emblema del peccato originale.
Curiosità: Le streghe indicavano l’arancio come il cuore delle loro vittime e, ai tempi delle crociate, risale l’usanza di impiegare questi fiori per addobbare gli abiti delle spose; usanza ripresa poi dai cavalieri orientali.

Lo sapevate che: La scorza dell’arancia dolce è un lassativo piacevole mentre quella dell’arancia amara è tonica e stimolante. Da questi fiori si ricava un’essenza profumata e costosa, nota come essenza di Neroli perché, sul finire del 1600, la duchessa di Neroli, moglie di Flavio Orsini, ne faceva largo uso per profumare i suoi guanti.

 
INFIORITALIA Associazione Nazionale Infiorate Artistiche - sede legale e sede sociale Via Roma, 6 02037 Poggio Moiano RI
Realizzato da Giorgio Bottini - Chi Siamo | Paesi Associati | Rassegna Stampa | Mail | Wiki